Dimagrire

Garcinia Cambogia - Effetti collaterali e Controindicazioni


Garcinia Cambogia – Gli effetti collaterali

Quando si parla di dimagrimento, di sicuro si deve prendere in considerazione la miriade di prodotti che sono rintracciabili sul mercato. Di tanto in tanto, comunque, molti di essi vengono considerati estremamente efficienti e potenti. Uno dei prodotti che hanno rinnovato l’assetto dei dimagranti naturali è l’estratto di Garcinia Cambogia. Vediamo assieme quali sono i rischi dell’assunzione di questo potente estratto dimagrante naturale.

Dal momento che una delle controindicazioni di Garcinia Cambogia è quella di andare a diminuire il livello di zucchero nel sangue, uno degli effetti collaterali di Garcinia Cambogia è che può interferire nei trattamenti contro il diabete. Per questa ragione, coscienti di questa controindicazione di Garcinia Cambogia, a chi soffra di diabete o sia in cura, l’estratto di questo frutto è sconsigliato.

L’estratto concentrato in capsule ha un doppio effetto. Prima di tutto previene l’assorbimento di zuccheri e carboidrati da parte del fegato e la loro trasformazione in grassi. In secondo luogo riduce la sensazione di appetito, aiutando a eliminare gli attacchi di fame nervosa tipici di chi si mette a dieta o vive periodi di intenso stress. Anche se è un prodotto completamente naturale e l’estratto non ha effetti collaterali rilevanti, ci sono delle fasce di persone a cui ne è sconsigliato l’utilizzo. Clicca qui per conoscere tutte le proprietà di Garcinia Cambogia

A causa delle possibili controindicazioni di Garcinia Cambogia, ne è sconsigliata l’assunzione durante la gravidanza e/o l’allattamento e a chiunque segua trattamenti per la cura della demenza e dell’Alzheimer. Il frutto potrebbe presentare controindicazioni per chiunque utilizzi medicinali legati al trattamento del colesterolo.

Nessun test o analisi compiuta sulla Garsinia ha mostrato effetti collaterali rilevanti per l’uomo e l’organismo sul breve o lungo termine. Le dosi consigliate di estratto si aggirano tra i 400 e i 700 mg, da assumere almeno una o due volte prima dei pasti e il sovradosaggio non implica un’azione più fruttuosa dell’estratto ma, anzi, potrebbe risultare dannosa per l’organismo. Sconsigliata durante l’età dello sviluppo e durante le fasi di gravidanza o allattamento, non interferisce con la circolazione sanguigna o la pressione arteriosa, né causa problemi al sonno o alle normali funzioni dell’organismo.

Crea problemi alla tiroide?

Sebbene Garcinia Cambogia controindicazioni non ne abbia, in molti si chiedono quali possano essere le interferenze con la tiroide. Come è noto, la tiroide è particolarmente importante quando si tratta di linea e, spesso, quando non è perfettamente funzionante, la tiroide può provocare accumulo di peso immotivato. Garcinia Cambogia non crea effetti collaterali alla tiroide, a chi soffre di questo tipo di problematica solitamente non sono consigliati gli integratori termogenici come Thè verde, Capsicum, ma la funzione principale è quella di diminuire l’appetito e non va ad interferire sulla tiroide. Nel caso di problematiche alla tiroide, come nel caso di problemi di salute di altro tipo, è sempre buona norma consultare uno specialista o chiedere il parere del medico curante.

Garcinia Cambogia è un prodotto clinicamente testato e senza controindicazioni rilevanti, prima dell’assunzione, principalmente se associata all’utilizzo di farmaci, è sempre buona norma consultare il proprio medico curante.