Dimagrire

Garcinia Cambogia: di cosa si tratta?

Con il termine Garcinia si indica un albero di dimensioni contenute originario dell’India e più in generale di tutta l’area del Sud-Est asiatico. Nella buccia dei frutti di questo albero è presente l’acido idrossicitrico. Ha più o meno le stesse dimensioni di un’arancia ma l’aspetto è simile a quello della zucca. Quando il frutto è maturo assume una colorazione tra il giallo e l’arancio.

Da quando è stata nominata nel programma televisivo...

Un po’ di storia

I popoli dell’India e dell’Indonesia hanno da sempre utilizzato la buccia di questo frutto per curare dolori allo stomaco di vario genere. In epoca moderna infatti sono stati riscontrati effetti positivi sull’ulcera allo stomaco. Veniva generalmente usato in cucina oltre che per la realizzazione di preparati medici.

Cresce nei mesi dei monsoni tra Giugno e Agosto. È una delle piante che è più facile trovare nei giardini delle regioni indiane del sud-ovest, in special modo nel Kerala. É da sempre largamente usata anche nella medicina Ayurvedica per curare differenti patologie quali obesità, disturbi nervosi o disturbi del sonno. Sempre nella medicina Ayurvedica viene impiegata per trattare reumatismi, artrite, problemi legati alla digestione e malattie gengivali.

Che cos’è l’acido idrossicitrico?

Comunemente indicato come HCA, questa sostanza facilita la perdita di peso e la combustione del grasso in eccesso. Tra altre funzioni benefiche vi sono quelle di accelerare il metabolismo, apportare benefici all’ulcera allo stomaco e al diabete. I suoi effetti sull’appetito sono legati all’aumento della produzione di serotinina.

Questo acido immagazzina il grasso senza conseguente aumento del peso corporeo in quanto viene trasformato in energia che l’organismo utilizza per le varie attività, traducendosi così in un generale aumento dei livelli energetici e quindi ad una conseguente combustione facilitata dei depositi di grasso.

L’HCA inoltre interagisce sui livelli di glucosio presenti nel sangue se assunto dopo i pasti, con conseguenze positive sul diabete. Questa malattia infatti implica un rilascio inadeguato di glucosio nel sangue che può essere o eccessivo o mancare del tutto. Può prevenire rischi di ipoglicemia o il classico bisogno di zuccheri tipico dei diabetici.

Effetti sulle prestazioni sportive

Grazie alla sua capacità di intervenire sul metabolismo dei grassi convertendoli in energia disponibile, l’assunzione di integratori a base di Garcinia Cambogia ha effetti positivi sulla resistenza fisica sotto sforzo. Soprattutto per quanto riguarda sport di resistenza quali la corsa ed il sollevamento pesi, l’energia prodotta dalla combustione dei grassi risulta in un aumento dei livelli di energia e quindi in un miglioramento delle prestazioni. Tali effetti possono essere percepiti anche riguardo al vigore con cui si affrontano le varie attività quotidiane, aiutando chi assume Garcinia Cambogia a sentirsi più tonici e carichi.

Curiosità

Uno degli altri usi che ne vengono fatti nei paesi in cui cresce è quello della pulizia dei denti, soprattutto per fare gargarismi e curare ulcerette e afte oltre che per una generale pulizia. Il frutto originario dell’Indonesia è ricco di calcio, ferro, tiamina, riboflavina e niacina.

Uno dei punti di forza di questo frutto è che gli integratori creati con il suo estratto hanno effetti praticamente immediati sul corpo. Già dopo le prime assunzioni infatti (nel rispetto delle dosi consogliate) si può notare una riduzione del gonfiore dello stomaco, un aumento della tonicità dei muscoli e diversi valori della bilancia. Assumendo Garcinia Cambogia due volte al giorno prima dei pasti si riesce a tornare in linea più facilmente ma anche a mantenere il peso forma con meno rinunce sulle calorie introdotte quotidianamente.